Il cuore di Pathos Comunicazione 4.0

Benvenuti, mi chiamo Sandra, sono l’autrice di questo blog.

La mia attività: Pathos Comunicazione 4.0

Credo che una macchina fotografica non abbia mai creato una grande immagine, come una macchina da scrivere non abbia mai creato un grande romanzo, ma è l’uomo con la sua anima che fa la differenza.

Creare storie con racconti affascinanti finché la morte di una vecchia narrazione faccia spazio, dandone vita ad una nuova, conquistando i cuori tra milioni di altre storie, mescolando realtà e fantasia che tra di loro mercanteggiano in una partita senza esclusione di colpi, per essere poi conservate nella memoria dei brand.

Ho fatto così della mia professione una narrazione, le persone hanno bisogno di tornare ad ascoltare un racconto avvincente, appassionante, luogo dove ci si può immedesimare più forti e consapevoli di quando la storia è iniziata.

Ho superato la vecchia visione che un professionista debba avere per forza mura e uffici fisici, costi che inevitabilmente si ripercuotono sui clienti. Ecco che creare e gestire un’agenzia di comunicazione online 100%, è quello che mi ha permesso di crescere velocemente a bassi costi che nel tempo mi hanno consentito di raggiungere le aziende a quotazioni più che ragionevoli.

Nel 2018, dopo 20 anni di esperienze lavorative sempre nel settore, anche presso grandi gruppi come la Human Company, inizio il mio cammino verso un percorso in proprio, cammino verso l’attività di Comunicazione Aziendale con Pathos Comunicazione 4.0.

Definire cos’è la comunicazione è un’operazione facile ed al contempo impossibile.
Il concetto di comunicazione sfugge, come impalpabile, è un’idea con mille varianti che può interessare o no chi mi incontra. È un dialogo continuo con gli altri che richiede una grande passione per il proprio lavoro.

È stata questa la regola che ho applicato, giorno dopo giorno, restando costantemente in ascolto durante tutti gli incontri che ho avuto, di recepire le idee più strane e personali per conservarle. Questo mi ha permesso di sviluppare il mio pensiero indipendente. L’idea è stata di provare ad ascoltare i punti di vista degli altri e farli diventare motori di cambiamento.

Il mio lavoro è una sfida contemporanea, ascoltatrice e comunicatrice.
È un esercizio individuale di libertà e rispetto, ma soprattutto un bagaglio dal quale attingere o archiviare ogni giorno, ricerca concreta del meglio delle idee, come antidoto alla rassegnazione del banale.

Molto tempo fa, sin dagli inizi della mia attività, è stata mia abitudine tenere una specie di diario di bordo. Tanti appunti, progetti realizzati, osservazioni, ma anche tutti gli errori, poiché ho sempre ritenuto che dagli sbagli si impara a crescere ed a lavorare, sul campo, ogni giorno a fianco di tanti CEO ed i migliori imprenditori.

Tante pagine, tutto documentato. Poi la decisione di aprire il mio diario digitale, questo blog, una serie di pagine fitte di appunti, ormai divenuto gonfio e ricchissimo di esempi pratici, matrici e risorse gratuite.

Ora che sapete un pò di me, non mi resta che augurarvi, buona lettura.

Sandra.

Close