Quanto è difficile aumentare il livello di coinvolgimento degli stakeholders per un’azienda!

Le persone non leggono più, scrollano, googlano distrattamente. Sembra ormai terribilmente impossibile creare coinvolgimento ed interesse nel pubblico, non si soffermano su ciò che proponete, a volte non comprendono i concetti commentando a vanvera.
Ci possono essere diverse ragioni per cui alcune persone potrebbero non leggere con attenzione, o non comprendere completamente i concetti che state diffondendo.

Sovraccarico di informazioni

Viviamo in un’epoca in cui siamo costantemente bombardati da una vasta quantità di informazioni provenienti da diverse fonti, come social media, notizie online, e-mail, messaggi di testo e così via. Questo sovraccarico di informazioni può portare a una diminuzione della capacità di concentrazione e di attenzione prolungata durante la lettura.

Siamo afflitti da una dipendenza cronica dalla tecnologia. Al tempo della carta stampata, comprare un quotidiano, leggerlo scegliendo con cura gli articoli, sfogliare le pagine prendendosi il tempo di una riflessione tra un articolo e l’altro, rappresentava la quotidianità, spesso con un caffè ed il nostro quotidiano trovavamo punti di approfondimento e apprendimento.

…e di dispositivi tecnologici.

Oggi l’uso eccessivo dei dispositivi tecnologici come smartphone, tablet e computer per informarsi, può influire sulla nostra capacità di leggere attentamente. La tendenza a scorrere rapidamente attraverso le informazioni e a saltare da una fonte all’altra può ridurre la nostra capacità di approfondire un argomento specifico, viene a mancare la curiosità di sviscerare i concetti, il tempo sembra essere l’obiettivo, leggere più articoli in meno tempo.

La lettura però è un’abilità che richiede pratica costante per sviluppare la concentrazione e la comprensione, e questo avviene leggendo libri o quotidiani in versione cartacea, che offrono il tempo, come dicevo prima, di metabolizzare il processo di apprensione di quel tema. Se una persona non ha l’abitudine di leggere regolarmente un libro, potrebbe avere nel corso della sua vita difficoltà nel comprendere i concetti più complessi.

La comunicazione in azienda

Per questi motivi oggi più che mai, per le aziende c’è l’esigenza di una comunicazione on line semplice e diretta, in modo che i messaggi divulgati siano compresi subito, per far sì che quello che si sta diffondendo arrivi al pubblico nella maniera in cui era stato pensato, senza essere frainteso, travisato o peggio incompreso.

Essere chiari e concisi nella comunicazione aiuta a garantire che il messaggio sia facilmente comprensibile. Evitate un linguaggio eccessivamente complesso pieno di tecnicismi, e utilizzate espressioni semplici e dirette per trasmettere i vostri concetti.

La tecnica di comunicazione più efficace per aumentare il coinvolgimento e la comprensione può variare a seconda del contesto e del pubblico che state cercando di coinvolgere, quindi il segreto, se possiamo chiamarlo così, è conoscere il pubblico al quale ci stiamo rivolgendo.

Cercate di comprendere e scoprire le esigenze, gli interessi, i pensieri e le preferenze del vostro pubblico. Personalizzate la vostra comunicazione per affrontare con empatia le loro preoccupazioni, evidenziando come il vostro contributo possa essere rilevante e vantaggioso per loro.

Mettersi in posizione di ascolto.

Ascoltate attivamente gli stakeholder e dimostrate un genuino e naturale interesse per i loro pensieri, è un modo efficace per interagire con loro. Mostrate che apprezzate il loro contributo, creando un contesto di connessione.

La comunicazione bidirezionale sta nell’incoraggiare il dialogo aperto e creare un ambiente in cui le persone si sentano a proprio agio nel condividere i propri pensieri e opinioni. Ponete domande, chiedete feedback e coinvolgete attivamente tutti nella conversazione.

Spesso è di aiuto incorporare “aiuti visivi” come tabelle, grafici o immagini per supportare il vostro messaggio. Le immagini possono migliorare la comprensione, catturare l’attenzione e rendere la vostra comunicazione più coinvolgente e facile da ricordare, fornendo ai racconti un’aspetto narrativo, gli esseri umani sono naturalmente attratti dalle storie. Usate le tecniche di narrazione per rendere il vostri contenuti più riconoscibili.

Create narrazioni ridondanti, collegando i vostri racconti a esperienze o esempi di vita reale aziendale, magari collegandole al territorio intorno all’azienda con progetti ed eventi comunicativi.

Variegate i canali di comunicazione. Ho detto più volte in vari articoli che le persone sono diverse per ogni canale, ed ogni canale prevede un linguaggio appropriato. Provate ad utilizzare un mix di canali come gruppi, community, conversazioni in chat-bot, e-mail o social media per raggiungere un pubblico più ampio e soddisfare le diverse preferenze di comunicazione.

Lo scopo è quello di fornire opportunità di partecipazione, incoraggiate a prendere parte attiva coinvolgendo il vostro pubblico. Ciò può includere attività interattive, discussioni di gruppo, sessioni di brainstorming o ricerca di input attraverso seminari interattivi. Quando le persone si sentono coinvolte, è più probabile che lo diventino davvero.

Follow-up

Infine non abbandonate mai il vostro pubblico, seguitelo nelle conversazioni che scaturiscono dalle vostre comunicazioni, il così detto Follow-up. Dopo ogni comunicazione, seguite il pubblico per rafforzare i punti chiave discussi e raccogliere le opinioni e le recensioni. Ascoltate attivamente le loro risposte perché quasi sempre includono in loro stesse un feedback che potrebbe aiutarvi nelle comunicazioni future, mettendo in atto un miglioramento continuo della vostra comunicazione.

Ricordate, una comunicazione efficace è un processo bidirezionale che richiede la partecipazione attiva sia del mittente che del destinatario. Adattate le vostre tecniche di comunicazione in base alla situazione specifica e valutate e perfezionate continuamente il vostro approccio per massimizzare il coinvolgimento.

Pathos Comunicazione 4.0
Author: Pathos Comunicazione 4.0

"Benvenuti nel Magazine online di Pathos comunicazione 4.0, mi presento, mi chiamo Sandra Gambassini. Ti trovi in uno dei luoghi più aggiornati dove parliamo di strumenti di comunicazione aziendale. Qui la passione per la Comunicazione è protagonista, innovativa e precisa. Ti aspetto nelle conversazioni, partecipa anche tu, arricchisci il Magazine con il tuo contributo nei commenti"