Fabbrica Italiana COntadina.

FICO Eataly World. Oscar Farinetti.

Mi ero segnata l’apertura di FICO Eataly World nel mio alert in calendario, inaugurato nel Novembre scorso nelle vicinanze di Bologna, pensato e realizzato da Oscar Farinetti, in questa Italia che sa solo discutere di aria fritta c’è voglia di entusiasmo, di idee nuove, di cambiamento.

Credo ancora nei grandi uomini, imprenditori di valore, patrimonio dell’umanità.

Oggi vi racconto il mio preferito Oscar… Oscar Farinetti.

 

Oscar Farinetti

Oscar Farinetti – FICO Eataly World

L’ingresso al FICO

Il vero Made in Italy

Appena entrata nella struttura mi è apparso subito chiaro l’obiettivo ( a parte quello economico più che legittimo ) riprodurre l’Italia nella sua vera essenza che è da sempre quella dell’artigianalità e della creatività, in altre parole il vero Made in Italy.

L’immenso spazio, qualcosa come 11 campi da calcio, ( una bella avventura ) dedicato alle aziende italiane fiore all’occhiello del Food&Beverage italiano, eccellenze agroalimentari e la sua biodiversità.

150 imprese presenti con propri spazi espositivi-dimostrativi dove si sviluppa lo Storytelling delle materie prime partendo dall’inizio, verrà raccontata la trasformazione per arrivare ai prodotti finiti di alta qualità.

FICO Eataly World

Ma non finisce qui. I padiglioni sono infiniti.

Si aggiungono:

  • sei aule didattiche,
  • sei “giostre” educative con supporti interattivi,
  • un teatro,
  • un cinema,
  • un centro congressi,
  • e persino un ufficio postale, dal quale all’occorrenza è possibile spedire in tempo reale in tutto il mondo i prodotti acquistati all’interno dell’area espositiva.

Io lo trovo geniale !!

Non ultima è presente la Fondazione Fico, presieduta dall’economista Andrea Segrè, alla quale aderiscono quattro università.

Insomma un enorme parco scientifico, come se fosse una grande fattoria didattica. 120 aziende presenti per insegnare la tradizione e l’innovazione dell’agroalimentare italiano, mini-fabbriche che realizzano prodotti alimentari di eccellenza lavorando le materie prime, lì sul posto.

Aceto balsamico Made in Italy

La sensazione di trovarsi di fronte a un vero e proprio Polo alimentare delle nostre specialità” il parco del cibo più grande del mondo “ come dice lo slogan di FICO EATALY WORLD.

Unico nel mondo.

Unico parco al mondo con la possibilità di assaggiare le materie prime, grazie ai numerosi piccoli ristoranti dotati di pochi tavoli che cucinano in svariati modi, a seconda della regione la pasta, la carne, le verdure, i dolci, i gelati, innaffiati dai nostri vini e dalle nostre birre artigianali e chi più ne ha più ne metta, prodotti dalle nostre aziende in ogni parte della penisola.

Ogni produttore si presenta come un negozio che vende i suoi prodotti, ma non solo, spiega come vengono fatti, addirittura in alcuni casi si può assistere alla lavorazione perché non c’è niente da nascondere anzi solo assistendovi le spiegazioni e i chiarimenti sono inutili.

E poi gli orti, i giochi per i bambini, i punti in cui si può conversare danno l’idea della nostra natura di cui dobbiamo andare fieri, perché se si parla di Made in Italy è perché Noi siamo il Made in Italy.

Il Made in Italy – Aceto Balsamico – Fico Eataly World

 

L’impatto con le idee di Oscar Farinetti l’avevo già avuto in occasione di un viaggio compiuto anni fa a Istanbul visitando il suo Eataly collocato su due piani di un nuovissimo quartiere abitativo e commerciale, congiuntamente con il ristorante che realizzò vista Bosforo il nostro chef principe Massimo Bottura.

Era aria nuova, aria di intuizione del cambiamento: era comunicazione.

Qui tutte le info per i biglietti e gli orari del Eataly.

Altri articoli inerenti alla comunicazione aziendale e lo storytelling puoi trovarli qui.

Pathos Comunicazione 4.0
Author: Pathos Comunicazione 4.0

"Benvenuti nel Magazine online di Pathos comunicazione 4.0, mi presento, mi chiamo Sandra Gambassini. Ti trovi in uno dei luoghi più aggiornati dove parliamo di strumenti di comunicazione aziendale. Qui la passione per la Comunicazione è protagonista, innovativa e precisa. Ti aspetto nelle conversazioni, partecipa anche tu, arricchisci il Magazine con il tuo contributo nei commenti"